Payday loans
Lunedì, Dicembre 11, 2017
Text Size
Aree Cliniche Traumi Dentali

Introduzione

Traumi Dentali

DAMASO CAPRIOGLIO *                            CLAUDIA CAPRIOGLIO **

La Traumatologia dentale è una branca dell’odontostomatologia relativamente giovane, e deve soprattutto il suo diffondersi alle scuole scandinave ed in particolare a quella di Copenaghen, diretta dal Prof. Jens Andreasen.1-3   
In  Italia   a partire dagli anni 60-70 alcuni colleghi se ne sono occupati con la  nascita concomitante  della Odontoiatria Infantile  (Pedodonzia).4-6.
In Italia opera  da numerosi anni   la Società Italiana di Traumatologia   Dentale  ed a   livello  mondiale l’International Association On Dental Traumatology con una rivista specifica  indexata,  con congressi   mondiali biennali  e aggiornamenti regolari di protocolli operativi  terapeutici e di ricerca.
La frequenza dei traumi dentali è alta e colpisce  circa il 20% dei bambini in dentizione  decidua ed oltre il 15% della dentizione permanente.
Rappresentano quindi con i processi cariosi le patologie  più frequenti in Pedodonzia.
Tra i fattori eziologici più frequenti, ritroviamo in dentizione decidua la prima deambulazione, le abitudini viziate quali il succhiamento del pollice   o di altre dita o il succhiotto che provocando l’avanzamento dei denti decidui frontali superiori con    aumento dell’overjet  ( distanza tra incisivi superiori e inferiori) li rendono esposti e facili ai traumi,  anche per mancanza della protezione  del labbro superiore, seguono poi i giochi;  viceversa per i denti permanenti ritroviamo fra le cause più frequenti di traumi  le attività sportive( specie  gli sport di contatto),  le anomalie dento-scheletriche specie con l’aumento dell’overjet  e gli incidenti con mezzi   di trasporto.

PREVENZIONE DEI TRAUMI DENTALI

Ne consegue che la prevenzione dei traumi dovrebbe essere diffusa e capillare  in ambiente scolastico, sportivo e nell’ambito familiare   tramite i pediatri ed i dentisti di famiglia. 
La prevenzione quindi dovrebbe essere orientata verso una corretta  campagna d’informazione ( genitori-scuola-centri sportivi),la  correzione precoce di abitudini viziate, la  riduzione delle protrusioni  eccessive.
L’ INTERDISCIPLINARIETÀ  fra pediatri ed odontoiatri infantili è fondamentale.
La prevenzione è poi  ancora e soprattutto rappresentata   dalla riduzione di sequele e complicanze e si esplica attraverso:

  1. TEMPESTIVITA’  DI INTERVENTO

  2. CORRETTA DIAGNOSI E TERAPIA CONGRUA

e quindi significa invio col concetto di  MASSIMA URGENZA ogni  trauma o presso i centri traumatologici dentali universitari od ospedalieri,  che ora cominciano a diffondersi in Italia o presso centri privati di odontoiatria infantile.

I Numeri in Arabo preceduti dalla voce "Bibl" indicano le corrispondenti voci citate in Bibliografia

*già Professore Ordinario di Ortodonzia e Gnatologia. Docente di Etica
Università degli Studi di Parma.
Past President  S.I.O.I  (Società Italiana di Odontoiatria Infantile)
Past President  S.I.T.D. (Società Italiana di Traumatologia Dentale)
Past President  S.I.T.D. (Società Italiana di Traumatologia Dentale)
Past President of International association on Dental Traumatology
** Dottore in Odontoiatria – Specialista in Ortognatodonzia.     Professore a contratto Università degli Studi di Parma.